Esercitazioni per il soccorso in terreno impervio nella Riserva dello Zingaro tra Aeronautica Militare e Corpo Nazionale Soccorso Alpino Speleologico

Esercitazioni per il soccorso in terreno impervio nella Riserva dello Zingaro tra Aeronautica Militare e Corpo Nazionale Soccorso Alpino Speleologico

Si è svolta nella giornata del 7 aprile 2022,  una delle esercitazioni congiunte tra Aeronautica Militare e Corpo Nazionale Soccorso Alpino Speleologico che ha visto coinvolti gli equipaggi dell’ 82° CSAR (Combat Search and Rescue) di Trapani-Birgi ed i Tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico Siciliano provenienti dalle stazioni di soccorso alpino “Palermo”, “Etna Sud” e dalla stazione di soccorso speleologico “Sicilia”.

Scopo principale di tale attività è stato quello di mantenere un ottimale livello di operatività tra gli equipaggi dell’Aeronautica Militare ed i Tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico Siciliano, frequentemente impegnati in operazioni di elisoccorso, l’ultima effettuata nella giornata di martedi per il recupero di una escursionista gravemente infortunatasi sull’isola di Mothia (Tp).
L’attivita’ addestrativa, articolata in diverse missioni di elisoccorso, pianificate dalla mattina sino al tardo pomeriggio, si è svolta in larga parte nel territorio della #RiservaNaturaleZingaro ed in parte nei pressi di Scopello. Molteplici le simulazioni di soccorso di persone in difficoltà in ambiente impervio/montano.

Gli operatori del Soccorso Alpino e Speleologico, dopo il briefing iniziale con gli equipaggi dell’ 82° CSAR, effettuato presso il punto di atterraggio di Case Milazzo, nel territorio della Riserva Naturale Zingaro, si sono addestrati sempre in location differenti agli imbarchi e sbarchi in hovering in effetto suolo ed in hovering con utilizzo del verricello ed all’impiego della barella in dotazione.


Presente anche un’unità cinofila dell’A.N.C. (#AssociazioneNazionaleCarabinieri) che collabora costantemente con il Soccorso Alpino e Speleologico Siciliano.
L’attività addestrativa si è svolta sotto il Comando e Controllo del Comando Operazioni Aerospaziali di Poggio Renatico (FE), nello specifico coordinati dal desk del Rescue Coordination Centre (RCC). L’evento costituisce un valido ed ottimale esempio di collaborazione tra diverse specializzazioni e competenze del personale impiegato nel campo della ricerca e soccorso in ambiente montano ed impervio.
Si ringrazia per la disponibilita’ e collaborazione il Direttore della Riserva Naturale Orientata Zingaro Dott. Pietro Miceli ed il comandante del Nucleo di vigilanza della Riserva Zingaro Giuseppe Geloso.

Comunicato Corpo Nazionale Soccorso Alpino Speleologico 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

17 + 19 =

EnglishFrenchGermanItalianSpanish